Loading...

All'assemblaggio, pirati foodie: il delivery ready-to-cook di 8pus

Dalla dark kitchen al tavolo di casa, il progetto speciale di Giuseppe Iannotti è un videogame esperienziale magnifico

banner pane.jpg

Dame un poco de vida, que hace falta por favor. È una vita strana, da un anno a questa parte. Il ritornello è una supplica dolce in tempi di lockdown (s)forzati e equilibrio sempre più difficile, la morbida pronuncia lusitano-iberica allarga il cuore, lo stomaco, i pensieri.

C’è bisogno di vita, della speranza che dà a luce paglierina della fine del tramonto su un cielo di fiocchi di nuvole. Andrà meglio domani. O almeno nell’immediato futuro, perché sul tavolo si stratificano le box, le bustine e i loghi da Lego gastro-gourmand di 8pus, il laboratorio di delivery ideato dallo chef stellato Giuseppe Iannotti.

Diciotto mesi di progettazione certosina per una costola preziosa del ristorante Krèsios, a Telese Terme (Benevento), che la congiuntura sanitaria mondiale ha in parte contribuito a far carburare. Ma il successo non è dovuto di certo alle corse ad accaparrarsi la consegna a domicilio più stellata o gourmet per fare i fighi su Instagram. Il delivery di 8pus è incredibilmente buono, punto. Concezione, organizzazione, preparazione. Le strepitose grafiche e i disegni di #theanimismus aka Alfredo Del Bene, che accompagnano in caleidoscopio le preparazioni, viene voglia di ritagliarli per comporre collage a futura memoria evocativa e gustativa. E al centro di tutto c’è, ovviamente, il cibo di qualità oltre l’eccellenza, chiodo fisso dello chef campano.

packaging (3).jpg

Il progetto 8pus si sviluppa in esperienze distinte per distanza geografica: il ready to eat, riservato ad un’area di massimo 30 km dalla sede di Telese Terme, arriva con i piatti già pronti per essere degustati. Maggiore sfida è il ready to cook, che con spedizione refrigerata raggiunge serenamente tutta Italia in massimo 48 ore. Racchiusi nei contenitori di candido polistirolo che mantengono le giuste temperature, ci sono i singoli ingredienti e le preparazioni da mettere insieme per ottenere il piatto completo. Spoiler: recepire immediatamente le istruzioni rapide indicate sulle splendide cartoline illustrate non è facile nemmeno per chi sa maneggiare coscientemente ingredienti ed estetica dell’impiattamento. 8pus è una vera sfida da foodie incallito che l’assemblaggio, fino al 2020, lo aveva considerato roba da bricoleur della domenica da IKEA. Niente brugole, bensì padelle, vaporiere, forni. Il gioco contempla buste sottovuoto da strappare, scatoline da aprire, panini e bagel morbidi da affettare, brodi da colare scrupolosamente nel paiolo giusto. E ancora rigenerazioni, riscaldi, tostature, olio e sale a completare, salse da spalmare correttamente. Una playlist video su Youtube illustra passo passo le singole preparazioni, eliminando il rischio di errore. L’express non è mai stato così stimolante: la riproduzione in scala domestica dell’attività serrata dei tempi precisissimi delle cucine dei ristoranti costringere a soccombere un minimo al ritmo della cena (e al lancio alla rinfusa dei contenitori per sbrigarsi a mangiare). Siate clementi con voi stessi: non dovete dimostrare nulla a nessuno. Respirate e dedicatevi mente e corpo a finalizzare con calma olimpica ognuna delle preparazioni.

hot dog salmone (2).jpg

Apertura dell'assaggio, commoventi gyoza di gamberi e il fine fast food di hamburger di tonno, wurstel di salmone e bagel al baccalà (ma sullo shop ci sono anche l’otoro katsu sando, il lobster roll e il bao con ombrina che sicuramente meritano al secondo round, così come la strepitosa selezione di crudi, il ceviche di ispirazione peruviana, il sushi style di pesce e riso). Il ramen di polpo richiede particolare attenzione nella rigenerazione: il consiglio è riservare la cottura rapida dei noodles all’ultimissimo secondo, dopo che il brodo ha già cominciato a sobbollire, il polpo è stato scottato e i condimenti saranno già accuratamente disimballati per guarnire la ciotola. Più facile il curry rice di ricciola, delizia che in caso di pancia troppo piena si può tranquillamente conservare per il giorno dopo. Imbarazzo della scelta nella ricca sezione dedicata alla pasticceria, da cui è stato selezionato il crème caramel toffee dal profumo avvolgente e la tarte citron meringuée da bruciare con il cannello a gas (o, in mancanza, parecchia pazienza e un accendigas a canna lunga). Non si rinuncia al bere bene, in parallelo alla proposta food corre anche la fantastica carta dei vini curata dal sommelier di Krèsios Alfredo Buonanno. Unica osservazione: qualche indicazione extra sugli utensili da avere pronti per ogni ricetta non guasterebbe. Il delivery di 8pus è di altissimo livello, divertente, goloso, presente prezioso della consegna a domicilio. Senza avere paura della rigenerazione, bisogna godersi, spudoratamente, il miniviaggio in più tappe geo-gastronomiche pensato da Iannotti e dalla sua squadra. Che porta un poco de vida meravigliosa quando meno te lo aspetti.

COVER .jpg

Stay Tuned!

Stay up to date on the latest news and content from Tuorlo Magazine.