Loading...
Sanremo 2021

Mezzogiorno in bottiglia. Day 3

La serata delle cover si apre bene, come un bel prosecco fresco, perché c’è la sigla più fresca di tutte, quella di Pippo Caruso: Perchè Sanremo è Sanremo.

BANNER day3.png

Parte con l’omaggio a Lucio Dalla by Negramaro. E poi l’omaggio a Fiorello e Amadeus by Negramaro, seguita dall’omaggio a Modugno by Negramaro.

Fiorello è quel parente che tutti evitano ai matrimoni, si taglia i baffi in diretta, si fa male, ma salva sempre la situazione, vedi il quartetto Mihajlović - Ibrahimovic - Amadeus. C’è stato un forte pensiero al mondo dell’intrattenimento in totale crisi per la pandemia, con interventi di Antonella Ferrari, Valeria Fabrizi, Monica Guerritore. Si è tagliato corto su tutto, ma non ci siamo risparmiati nemmeno ieri la lezione dall’olimpo di Achille Lauro.

Figona della serata Vittoria Ceretti che entra vestita come un carrozzino ribaltato (senza bimbo per fortuna), presente quello della corazzata Potemkin? Ecco.

Poche ciance per fortuna, ci sono solo 26 canzoni da commentare, quindi… spazio alle pagelle!

Noemi - Neffa

Prima di Andare via

Una delle canzoni più giuste Neffa cantata con un arrangiamento davvero figo, peccato che audio e immagini non fossero in sincro. Lei carica a molla, lui un po’ papà che accompagna la figlia al suo diciottesimo. I fonici devono essere in smartworking perché la prima parte del brano è stata praticamente inudibile.
Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾 (sulla fiducia)

Fulminacci - Roy Paci

Penso positivo

Se la serata fosse continuata così saremmo stati fortunati. Fulminacci canta con Bonolis, ed ecco il caso, dopo The Best e I will always love you della cover più bella dell’originale, e poi chiudere con “la pandemia” è da geniali geniacci genio. Botta di sound fantastica, Fulminacci parte alla batteria (ebbene sì, non suona solo la chitarra), canta preciso e con verve. Roy Paci quel tocco in più che a Sanremo fa sempre chic e non impegna.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Renga - Casadilego

Una ragione di più

Lascio stare Renga, perché ho già detto abbastanza nei giorni scorsi. Lei non credo sia vera, deve essere un manga e ha una voce pazzesca, sebbene non sia l’artista adatta per questo genere di brano. Il risultato è comunque tragico. Sto sognando Ornella Vanoni che entra ubriaca come quella volta con Lorena Bianchetti a Domenica In e li prende tutti a sberle.

Voto: 🍾🍾

Extraliscio feat Toffolo - Peter Pichler

Medley Liscio

Mamma quanto mi mancano le sagre, e ve lo dico da ragazzo nato a est, che qua in Lombardia non avete la minima idea di come si facciano. La tinta sbagliata del Pichler, i ballerini improponibili, la chitarra che gira, fantastico, c’è tutto. Si parte da Romagna mia, passando per Casatchok, il ballo della steppa per finire poi su Rosamunda. C’è tanto Casadei, tanta Romagna, tanta piadina. È tutto assurdo e bellissimo.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Fasma-Nesli

La Fine

Ecco, La Fine della canzone, della musica, del fiato, il microfono rotto o è proprio il connubio Sanremo-Fasma che forse non va. Ennesimo incidente tecnico, occhio che da “Bauli in Piazza” a “Fonici in mezzo a una strada” il passo è breve. L’audio di Fasma riparte dopo l’interruzione e tutto sommato era meglio quando non cantava. Nesli, invece, padrone di ciò che da sempre è suo. E ci mancherebbe.

Voto: 0

Bugo -Pinguini Tattici Nucleari

Un’avventura

I Pinguini fanno i Coldplay, Bugo, di rosso vestito non so se sia presente assente o giustificato. Effetto ultima assemblea di istituto a giugno, band della scuola (i pinguini) e prof che controlla (Bugo). A inizio esibizione Bugo ci regala subito una stecca clamorosa per ricordarci che non siamo in playback, i Pinguini, chi alla voce e chi alle percussioni, molto più sul pezzo. Tattici forse, Nucleari no di sicuro.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾

Michelin & Fedez

E allora Felicità

Stasera la Michielin non è maestra di nuoto, ma di solfeggio, cerca di insegnare alla star megamondiale a cantare Calcutta e Silvestri. Riuscire a rovinare tante canzoni assieme non è facile, eppure… ecco colpiti i Jalisse (e sapete che sui Jalisse non si deve scherzare) e Al Bano e Romina. Su Francesca a livello tecnico c’è poco da dire, Fedez stasera si impegna un po’ di più ma il risultato è scarsissimo lo stesso.

Voto: 🍾🍾🍾

Irama - Guccini

Cyrano

No comment.

La canta con coerenza, come se fosse una delle sue canzoni. La tratta così, come una canzonetta di quelle che si scrivono in studio col team di lavoro per sfondare in radio. Senza rispetto. Come attaccare un aratro a una Rolls-Royce e andare ad arare i campi. Lesa maestà.

Voto: 0

Maneskin-Manuel Agnelli

Amandoti

E dopo l’orrore il paradiso. Damiano un po’ too much, abbiamo capito che sei rock, ma che pezzone e che onore sentire Manuel Agnelli sul palco. Ecco come si canta, ecco come si suona, ecco come si sta sul palco. E soprattutto, cara Gianna, ecco come si interpreta questa canzone. This is not a tango. Ce n’è da imparare per tutti.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Random -The Kolors

Ragazzo fortunato

Non pensavamo di esserci sintonizzati sulla Corrida. Fortunato chi non l’ha ascoltato, nemmeno Stash, che al confronto stasera sembra il superospite internazionale, salva la situazione. Se Random si presentasse con Irama, visto il voto che stiamo per scrivere, potrebbero chiamarsi pure loro Zero Assoluto.
Voto: 0

Willie Peyote - Bersani

Giudizi universali

La bellezza, l’eleganza, la musica, e la mia vicina di casa che è entrata senza permesso qui in sala per dirci che lo ama dal 1995. Peyote è intimorito a cantare la canzone con chi l’ha partorita e si vede, Samuele cerca di essere confortante ma l’empatia non è mai stata il suo punto forte. In ogni caso una delle cose più belle viste stasera, anche se un po’ rigidini entrambi.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Orietta Berti-Le Deva

Io che amo solo te

Che contenta stasera la Orietta, anche se non ha le conchiglie di strass sulle tette, è tutta una paillette rossa. Sinceramente non capisco la necessità delle 4 infermiere dietro, mi sembra cosciente, presente a se stessa, intonata. Arrangiamento ineccepibile, tira fuori il meglio dell’orchestra e inevitabilmente anche di Orietta.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Gio Evan - The voice senior

Gli anni

Forse la canzone non è azzeccata, come quella giacca Gio. Ad ogni buon conto, molto più precisi, intonati e padroni della situazione i quattro finalisti di The Voice Senior, al punto da sembrare loro l’artista in gara e lui… vabbè lui l’ospite.

Voto ai senior: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾
Voto a Gio Evan: 🍾🍾🍾🍾

Ghemon - I neri per caso

Medley L’Essere Infinito: Le ragazze, Donne, Acqua e sapone, La canzone del sole

I neri per caso finalmente tornano sul palco dopo 300 anni. Volevo dire che mia sorella Valentina era innamorata di quello coi capelli rossi. Su Ghemon continuo a non avere nulla da dire. Il tutto suona un po’ noioso e stucchevole, precisione garantita dai NPC, ma non basta a brillare.
Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾

La rappresentante di Lista - Donatella Rettore

Splendido Splendente

Io vorrei tantissimo essere le coriste collegate dai capelli che non battono le mani a tempo. Sì avete letto bene. Arrangiamento ok, l’ingresso laterale per la Rettore appena scongelata e truccata come un Mon Cicci. Funziona, diverte e si divertono. Finalmente si può ballare un po’ in salotto e usare il telecomando come microfono.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Arisa - Michele Bravi

Quando

Che voce Arisa, che timbro, che tutto. Dal primo Sanremo in cui l’ho sentito non riesco a dire bravo a Bravi, che, in punta di piedi, cerca di essere di supporto alla grande voce di Arisa senza mai sovrastare. Un vero ospite insomma. E riescono a far piacere Pino Daniele anche al Maestro Mosconi, che sgancia così la sua prima unpopular opinion.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Madame

Prisencolindesinalciusol

Tanto giovane, tanto brava, tanto audace, ricrea l’atmosfera alla Celentano, ma non quella del balletto con la Raffa che hanno ripreso pure i Saint Motel. Un vangelo apocrifo racconta che questo brano sia in verità una richiesta di aiuto perchè Adriano non ne poteva più della simpaticissima moglie. Madame è riuscita a portare nella contemporaneità un pezzo che spegne 48 candeline e non era un’operazione semplice. Abbiamo dato anche un senso ai banchi a rotelle, che se vi pare poco…

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Lo stato sociale - Fanelli e Pannofino

Non è per sempre

Una delle canzoni più belle degli anni novanta, presa dai “régaz” dello stato sociale come manifesto di questo periodo storico: la crisi della musica live ha piegato, se non distrutto, centinaia di club, locali, teatri e cinema in cui si veicola la cultura e che hanno fatto nascere e crescere la maggior parte degli artisti che amiamo ascoltare. A loro va il messaggio che questa situazione difficile non è per sempre e ci sarà tempo per tornare a fare musica. Precisi, intonatissimi, stasera suonano tanto e anche bene. E alla fine l’orchestra si alza in piedi in un applauso.
Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Annalisa - Poggipollini

La musica è finita

Ecco Annalisa, perché non abbiamo portato un pezzo così? Hai cantato benissimo, manca sempre quel qualcosina che sia degna della bellezza tua e della tua voce. Arrangiamento da film di James Bond però talmente brava da riuscire ad annoiare. Con Federico Poggipollini non si sbaglia mai.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Gaia - Lous and the Yakuza

Mi sono innamorato di te

Niente, sempre peggio, Gaia sembra che sia finita in un tritadocumenti, però regala un duetto che levate con Lous and the Yakuza. Solo che non credo saranno ricordate entrambe per l’interpretazione. Tenco ogni anno viene bistrattato al Festival e oltre al danno, pure la beffa di avergli intitolato un premio.

Voto: 🍾🍾🍾🍾

Colapesce e DiMartino

Povera Patria

La canzone che riesce ad essere attuale da quando è stata scritta nel 1991, fare il Maestro è sempre rischioso, ma qui del Maestro Battiato c’era pure la audio-benedizione. Parte Dimartino, un po’ calante a livello di voce, con l’arrivo di Colapesce la situazione si riprende e il pezzo vola. Sulla voce del Maestro i loro occhi si fanno lucidi. E anche i nostri.

Voto: 🍾🍾🍾🍾 🍾🍾🍾🍾

Coma_Cose con Radius e Mamakass

Il mio canto libero

Eh niente, loro sono la mia coppia preferita del festival, anche se non avrei scelto Battisti (ma qua è personale, io non lo sceglierei mai) perchè mi entra in quel giro di lagna che non so, mi sento che abbiamo perso l’occasione per sentire una bella cover. Sarebbe bastato concordare con l’orchestra e l’arrangiatore una tonalità leggermente più bassa, più consona per portare a casa un risultato decisamente più memorabile. E al primo giro di fiati sembrava di sentire l’inizio della canzone di Bugo.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Malika Ayane

Insieme a te non ci sto più

Malika non ne sbaglia una, nemmeno col balletto esistenzialista mentre canta, nemmeno con addosso la tenda antimosche del macellaio con le perline.

Tecnicamente ineccepibile, arrangiamento splendido ed elegante. Lei è una sorta di Re Mida: tutto quello che tocca diventa di elegantissimo, soffice velluto.
Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Max Gazze - Magical Mistery Band

Del Mondo

Quest’anno Gazzè è in collegamento da Marte, tutto è assurdo, onirico e sinceramente, difficile alle due meno un quarto. Io mi sento come Andreotti quando è morto in diretta a Buona Domenica con Paola Perego. Il coraggio che serve a portare sul palco di Sanremo un pezzo così difficile del CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti) è proporzionale alla bellezza del risultato. Molto del risultato lo fanno anche i supermusicisti alle spalle di Gazzé che si porta sul palco anche l’amico Daniele Silvestri.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Ermal Meta - Napoli Mandolin Orchestra

Caruso

Bisogna essere coraggiosi per cantare Caruso, il giorno del compleanno di Dalla. Se sei Ermal Meta però puoi farlo, anche se sei vestito come Lady Oscar o Ivana Spagna negli anni della cotonatura da abuso edilizio. I mandolini fanno un po’ sagra del luogo comune, ma ci mancano talmente tanto le sagre che va bene. Lui vocalmente precisissimo, anche se abbastanza asettico.

Voto: 🍾🍾🍾🍾🍾🍾🍾

Aiello - Vegas Jones

Gianna

Credo che essere occhieggianti e ammiccanti sia un dono, come il mio di incenerire le persone con lo sguardo, ma non per questo credo vada usato sempre e comunque, mister Aiello. Poi arriva un suo amico senza camicia e con le sorpresine dell’ovetto kinder al collo. Per festeggiare l’accaduto Aiello decide di tornare a urlare. Buon arrangiamento ma si fa fatica a dare un voto alla performance. È tutta una svisata, un gridolino, un urletto, un gridolino, una svisata, un gridolino, un urletto… potremmo andare avanti così per ore.

Voto: 🍾🍾🍾🍾

Classifica serata post mortem… ehm, post covid, cover, volevo dire cover.

26.Coma_cose

25.Random

24.Gio Evan

23.Bugo

22.Aiello

21.Michielin e Fedez

20.Fasma

19.Renga

18.Madame

17.Noemi

16.Malika Ayane

15.Fulminacci

14.Colapesce DiMartino

13.Irama

12.Gaia

11.Lo stato sociale

10.Ghemon

9.La rappresentante di lista

8.Max Gazzè

7.Annalisa

6.Maneskin

5.Arisa

4.Willie Peyote

3.Extraliscio feat. Toffolo

2.Orietta Berti

1.Ermal Meta

Top Ten Generale

10.Maneskin

9.Orietta Berti

8.Extraliscio feat. Toffolo

7.Malika Ayane

6.Lo stato sociale

5.Irama

4.Arisa

3.Willie Peyote

2.Annalisa

1.Ermal Meta

Bene, ormai siamo quasi alla fine del tunnel, siete pront* a risentire tutte le canzoni stasera?

Nemmeno io.

Stay Tuned!

Stay up to date on the latest news and content from Tuorlo Magazine.